Milano Con Destrezza è un progetto che vuole narrare la "bellezza" del furto con destrezza come unica forma di esistenza possibile nell'oggi di un mondo in fiamme. Tratta di gesti poetici, estetici e di regali, di doni. 

Tratta di desideri sulla Via Arquà, una via a torto considerata malfamata dove abitano tanti miei vecchi vicini di casa. 

Attraverso una serie di azioni, di presa in cura della via in cui sono nato voglio restituirne l'autenticità visiva, coinvolgendo 12 abitanti (donne transessuali, piccoli spaccini, operai, portinaie, giornaliste, giovani squattrinati) e costruendo un festival delle "claire di Via Arquà" e montando una tenda scultura in Via Mosso. In tenda a Mosso. 

Il progetto è iniziato a Milano nel 2019 grazie all'invito in residenza presso lo spazio di VIAFARINI e si concluderà nel 2022

Milano Con Destrezza is a project that wants to narrate the "beauty" of theft with dexterity as the only possible form of existence in today's burning world. It deals with poetic, aesthetic gestures and gifts. 
It deals with desires on the Via Arquà, a street wrongly considered infamous where many of my old neighbors live. 
Through a series of actions, of taking care of the street where I was born, I want to give back its visual authenticity, involving 12 inhabitants (transsexual women, little spaccini, workers, porters, journalists, penniless young people) and building a festival of "claire di Via Arquà" and setting up a sculpture tent in Via Mosso. In a tent in Mosso. 

The project started in Milan in 2019 thanks to the invitation in residence at the VIAFARINI space and will end in 2022.